Linea Esotica

Banana

Banana

Questo frutto tropicale contiene potassio, migliora la circolazione, sazia e ha un effetto calmante: ecco perché non va bandita dalla dieta

 ananas

Ananas

Questo frutto è stato scoperto nel XVI secolo in Brasile. Si mangia fresco oppure in scatola e si utilizza sopratutto per i dolci, ma può essere anche tranquillamente cucinato insieme a prosciutto e al pesce.

 kiwi

Kiwi

E’ uno dei frutti più ” comuni “. E’ originario della Cina del Sud e viene comunemente utilizzato per la guarnizione dei dolci ma può essere abbinabile anche a piatti di carne e di pesce.

 avocado

Avocado

E’ originario del Sud America. Ha una polpa della consistenza pari a quella del burro che si utilizza per preparare antipasti, insalate, contorni, mousse e soufflè. E’ consigliabile, per evitare che diventi scuro con il contatto dell’aria, di prepararlo al momento.

 bananito

Bananito

E’ originaria dell’India, di dimensioni piccole o nane si coltiva in tutte le terre tropicali. Si distinguono due categorie di banane:prime si consumano come la frutta, cotta oppure fresca, e le altre, che si assomigliano alle banane verdi, ma meno dolci e più farinose. Ultime si utilizzano solo come verdura e vanno cotte.

 carambola

Carambola

E’ un frutto succoso e di sapore piuttosto acidulo chiamato anche “frutto stella” in quanto, una volta tagliato, gli spicchi che si formano sono proprio a forma di stella. Viene comunemente coltivata in Brasile, Indonesia e nelle Antille.

 cocco

Cocco

La noce di cocco è il frutto della palma da cocco, un albero longevo (può superare i 100 anni) e di grandi dimensioni originario dell’arcipelago indonesiano. Il latte estratto dalla noce si presta a svariati usi; può essere infatti utilizzato come bevanda oppure per aromatizzare piatti a base di pesce, pollo e verdure; può inoltre essere usato come ingrediente nella preparazione di dolci. La polpa può venire consumata al naturale oppure può essere utilizzata nella preparazione di piatti dolci e salati.

 kiwano

Kiwano

Il kiwano abbonda soprattutto nella Nuova Zelanda, questa frutta quasi ovale varia da una lunghezza da i 3 ai 5 pollici. Ha una pelle gialla luminosa fissata con “i corni tozzi,” che è perché inoltre è denominato un melone cornuto. La polpa dei kiwano è un colore e un giallo verde pallidi nella struttura con un sapore dolce-acido evocative delle banane e dei cetrioli.

 limes

Limes

A colpo d’occhio la somiglianza è con un piccolo limone, anche per il suo colore verde che ricorda molto l’agrume forse più diffuso in Italia. Produce un succo molto abbondante ed acidulo, che viene utilizzato per la preparazione di diverse salse, sopratutto statunitensi ed asiatiche.

 litchi

Litchi

Chiunque abbia da trovarsi in un ristorante cinese noterà sicuramente la presenza di questo frutto che ha le dimensioni di una susina ricoperto da una buccia rossa e piuttosto rugosa. Viene utilizzato come antipasto o nelle insalate di frutta.

 mango

Mango

Da molto tempo apprezzato in Asia, esso è originario della Malaysia. E’ simile ad una prugna ed ha dimensioni estremamente variabili. La polpa, al cui interno si trova un grosso nocciolo piatto, è gialla e profumata. Viene utilizzato come guarnizione per i piatti di carne ma anche in gelati ed insalate.

 papaya-clean-fd-lg

Papaia

In molte località viene chiamato ” melone tropicale “. La sua origine è della Malaysia, viene coltivata anche in Sud America, Sud Africa ed Asia. Viene utilizzata per essere grattugiata per cucinare ad esempio la zucca. Matura, invece, viene usata come antipasto, al pari del melone.

 pompelmo

Pompelmo

La pianta del pompelmo è un sempreverde originario della Cina, il suo fusto può raggiungere l’altezza di 15 metri e viene coltivato un po’ in tutto il mondo, laddove il clima temperato lo permette. Rappresenta un prezioso alimento disinfettante e stimolante dell’apparato digerente, per questo motivo se ne consiglia l’assunzione a fine pasto, soprattutto se abbondante.

rambutan

Rambutan

Simile ad un riccio di mare ma il suo contenuto composto in un’unica polpa di sapore dolciastro. Lasciando il palato gustoso per un po di tempo.